Iscrizione cittadino italiano

Il cittadino italiano che ha la propria dimora abituale in un comune appartenente all'Unione, può chiedere l'iscrizione nell'Anagrafe della Popolazione Residente, per sé e per gli eventuali componenti del proprio nucleo familiare.

È opportuno che il cedente a qualsiasi titolo l'alloggio presso cui la persona fisserà la propria residenza (specie se familiare) abbia effettuato entro 48 ore dalla cessione la comunicazione di cessione fabbricato (l. 191/78) presentando la relativa comunicazione all'Ufficio Protocollo del Comune.

Se abita presso altra persona (anche parente) deve essere accompagnato dall'ospitante all'atto della richiesta, per confermare la dimora abituale presso la propria abitazione, munito di valido documento di identificazione.

Chi cambia residenza deve presentare anche denuncia ai fini dell'applicazione della tassa rifiuti all'Ufficio Tributi del Comune.

Per la variazione di residenza sulla patente di guida italiana e/o su carte di circolazione di veicoli immatricolati in Italia provvederà l'Ufficio Anagrafe previa presentazione dei documenti all'atto dell'iscrizione.


Requisiti richiesti: avere la dimora abituale nel comune in cui si presenta domanda.

Documenti da presentare: carta d'identità in corso di validità, codice fiscale, patente e libretto di circolazione, tessera elettorale emessa dal precedente Comune di residenza.

Dove andare: sportello Ufficio Anagrafe del comune interessato.

Tempi massimi di conclusione: dei tempi di conclusione del procedimento e le modalità di presentazione della domanda di residenza CLICCA QUI!

Normativa di riferimento: L. 24.12.1954, n. 1228; D.P.R. 30.05.1989, n. 223 (Regolamento Anagrafico). Decreto Legge n. 5 del 09.02.2012 convertito in Legge n. 35 del 04.04.2012

Struttura competente è l'Unione dei Comuni Padova Nordovest.