PROVINCIA DI PADOVA: LE NOVITÀ INTRODOTTE DALLA RIFORMA - Articolo aggiornato

immagine mappa provincia di Padova

Il 25 agosto 2014 sono stati firmati i nuovi decreti che posticipano al 12 ottobre le operazioni di voto per eleggere il nuovo presidente e il Consiglio provinciale.

Il percorso di riordino delle province è segnato dalla Legge 7 aprile 2014, n. 56“Disposizioni sulle città metropolitane, sulle province sulle unioni e fusioni di comuni”, in attesa della riforma del Titolo V della parte della seconda della Costituzione e delle relative norme di attuazione.

La Provincia diventa ente di area vasta di secondo livello, cambiando la modalità d'elezione degli organi, che non è più diretta ma diventa un'elezione di secondo livello.

Le elezioni del Consiglio e del Presidente della Provincia di Padova si terranno il 12 ottobre 2014 dalle 8 alle 20.

Con l'elezione dei nuovi organi decadono contestualmente Presidente e Giunta, prorogati a titolo gratuito.

Dall'attuazione della Legge 56/2014 non devono derivare nuovi o maggiori oneri per la finanza pubblica.

Di seguito i decreti relativi alle elezioni della Provincia di Padova:

E' possibile scaricare, dai seguenti link, tutta la modulistica necessaria per la presentazione delle candidature a Presidente e per la presentazione delle liste di candidati a Consigliere provinciale:

GLI ORGANI DELLA PROVINCIA
Sono organi della provincia il presidente della provincia, il consiglio provinciale, l'assemblea dei sindaci.
 
LE FUNZIONI FONDAMENTALI
Pianificazione  territoriale, trasporti, rete ed edilizia scolastica, elaborazione di dati, pari opportunità
 
LE MODALITÀ DI ELEZIONE: CHI PUÒ ESSERE ELETTO E CHI ELEGGE
Come si eleggono il presidente della Provincia, il Consiglio provinciale e l'Assemblea dei sindaci.
 
UNIONI DI COMUNI
L'unione di comuni ha potesta' statutaria e regolamentare e tutte  le  cariche  nell'unione  sono  esercitate  a titolo gratuito.
 
Articolo tratto dal sito della Provincia di Padova