Ticket sanità, dal 1 luglio si cambia ma informarsi prima

Dal 1 luglio la fascia di reddito di appartenenza (attribuita dal Ministero delle Finanze sulla base della dichiarazione dei redditi) comparirà in automatico sulla ricetta senza possibilità di modifica o inserimento ex-novo.

Il nuovo sistema dematerializzato della sanità introduce anche la prescrizione farmaceutica e specialistica digitale e prevede nuove procedure.

Anche i cittadini sono chiamati a collaborare per quanto riguarda il pagamento del ticket (di compartecipazione alla spesa dei farmaci e delle visite) che avviene sulla base della fascia di reddito.

Fino al 30 giugno il pagamento del ticket secondo la fascia di reddito potrà avvenire sia tramite attestazione da parte del medico prescrittore (che la rileva dai dati presenti nel Sistema TS), sia con autocertificazione dell’assistito al momento della prenotazione (presso il CUP) o al momento del ritiro del farmaco (presso la farmacia).

Dal 1 luglio le cose cambieranno e la fascia di reddito di appartenenza (attribuita dal Ministero delle Finanze sulla base della dichiarazione dei redditi) comparirà in automatico sulla ricetta senza possibilità di modifica o inserimento ex-novo.

Qualora il cittadino (con relativa fascia di reddito) non risulti nell’anagrafe del sistema TS, la compartecipazione alla spesa sanitaria sarà automaticamente la più alta, fintanto che non avrà provveduto tramite autocertificazione.

Anche nel caso in cui la fascia di reddito risulti diversa da quella attuale, l’interessato dovrà provvedere all’autocertificazione.  

E’ quindi importante che i cittadini si informino subito, e comunque entro il 30 giugno, della propria presenza nell’anagrafe del Sistema TS e nel caso di assenza o di errata attribuzione della fascia di reddito è importante autocertificarsi tempestivamente.

Si possono ottenere informazioni sulla presenza o meno nel sistema TS ed eventuale supporto per l’autocertificazione chiamando lo 075 075 075, preferibilmente nelle ore pomeridiane per abbreviare l’attesa.

Articolo tratto da: http://www.iltamtam.it